Libera Suoneria 

MUSICA DA BALLO FRANCO OCCITANA

Alessandro 'Ghos' Bosco

Entrato casualmente in contatto con realtà della musica tradizionale, Alex inizia il suo cammino nell’estate del 1988 a diciassette anni. E’ un percorso lungo di amicizie e incontri che, dopo alcuni  anni, iniziano a ruotare intorno all’eroica attività dell’associazione Folkolore di Torino, vera pioniera e paladina del ballo tradizionale.

Inizialmente interessato esclusivamente al ballo ha l’occasione di praticare il generico repertorio internazionale.

Dal  1996 viene chiamato da Lillo Giordano a far parte del Gruppo Spettacolo dell’associazione Folkolore, sono anni di approfondimento e di incontri con ricercatori, musicisti, danzatori. Da Giampiero Boschero a Totore Chessa passando per Dina Staro,Giuseppe Gala, Giuseppe Crucitti, Guglielmo Pinna, Nando Citarella.

Col tempo alla pratica della danza  affianca lo studio della ghironda che dal 1995 suona con constante passione. Inzia sotto la guida di Paolo Simonazzi per poi proseguire con l’instancabile Silvia Ferroni un percorso ben lungi dall’essere terminato.

Dal versante Francese approfondisce il repertorio centro meridionale in particolare dell’Auvergne e frequentando per diversi anni l’associazione Les Brayauds, anche qui gli approfondimenti musicali e gli incontri sono numerosi da Maxou Heinzen, ai fratelli Champion, a Laurence Foucher , senza dimenticare Gilles Chabenat.

Con l’incoscienza e l’entusiasmo degli esordi (complice un’indigestione di Truffade) fonda con Giampietro Perozzo l’inossidabile duo di ghironde “Scaramouche” che ha all’attivo 2 CD: “Bordoni tra le ruote”  e “ Tempo infame” ( questo secondo titolo gentilmente suggerito da Costanzo Bruatto anche lui vittima della medesima Truffade), ormai introvabili pezzi da collezione.

Dal 2000 affianca l’attività di musicista per il ballo all’accompagnamento musicale di spettacoli itineranti collaborando con diverse associazioni teatrali (Compagni di viaggio, Piccola compagnia del Giglio, Officina 04) e partecipando a rassegne ”Teatro al naturale” ed eventi estemporanei.(teatro di strada).

Instancabile ricercatore di occasioni nel 2004 affianca Gianni Castagno nel progetto musicale che evolverà nel 2006 nell’attuale formazione di LIBERA SUONERIA.

A lungo conteso tra Euterpe e Tersicore si è attualmente votato ad Antonia sua inesauribile e generosa Musa.